Umbria

La mia Bucket List

La mia bucket list

Se potessi visiterei tutti gli Stati del mondo, girando per ogni angolo che incontro, ma forse sono troppe cose per una vita sola. Così ho fatto una Bucket List, una Top 10 delle cose da fare prima di morire, almeno per rendere più facile la vita del mio portafoglio.

La mia bucket listSognavo la Cina per un miliardo di motivi tra cui i suoni, le melodie, i pennelli che scrivono i caratteri, gli abiti tradizionali e gli edifici antichi. Ci sono andata, tracciando una linea sulla prima riga della mia bucket list. Ho visto più di quello che avrei mai potuto immaginare, con la gioia di chi aspetta il momento più bello della vita, senza delusioni.

La mia bucket list La mia bucket list La mia bucket list

 La mia bucket listL’India, perché è l’India. Da piccola mi disegnavo con il pennarello il bindi e mi vedevo splendida come nessun make-up artist avrebbe mai potuto fare. Perché è ciò di cui parla uno dei miei libri preferiti (A Passage to India), che oltre a farmi sognare è riuscito nell’ardua impresa di rendere piacevole una professoressa terribile. Perché devo riuscire a percorrere quelle strade che il missionario Paul Lambert (in La città della gioia) conosceva bene, ed incontrare quei volti che l’autore Dominique Lapierre tanto amava.

La mia bucket listL’Australia è, nel mio immaginario, ciò che più rappresenta l’estate ed il wild: surf fuochi e feste in spiaggia, canguri, koala e quokka, natale in costume, natura, scogliere, tramonti, laghi e sole, sole e ancora sole.

La mia bucket listUn giorno sarò in Islanda e indosserò un mantello con una pelliccia nera sul collo e, impugnando l’acciaio di Valyria, andrò oltre la barriera a Vatnajökull e sconfiggerò i nemici; poi, quando avrò vinto e sarò diventata il sovrano legittimo, andrò a lessarmi nella Laguna Blu.

La mia bucket listIl mio rapporto col mondo arabo: Aladdin ed il vestito da odalisca che mia madre mi fece cucire, per evitare che mi travestissi da Punk sovversiva, con jeans strappati e scritte come “fate l’amore e non la guerra”, hanno avuto un ruolo incisivo nella mia vita. Il mio percorso alla scoperta di questa cultura è iniziato a Toledo, per poi proseguire in Portogallo, fino in Marocco. E di certo, i viaggi nel mondo arabo non si fermano qui.

La mia bucket list La mia bucket list

La mia bucket listVivere un’esperienza all’interno di un tempio tibetano, in cui tutto è scandito dai ritmi della cultura buddista, non ha paragoni. In un’altra vita mi fermerei 7 anni, ma in questa, forse, non c’è tempo per tutto.

La mia bucket listLa mia idea di paradiso è la Polinesia ed in particolare l’Isola di Pasqua, scoperta per caso mentre studiavo Gauguin, uno dei miei pittori preferiti, come per caso ho scoperto il moai conservato all’interno del British Museum.

La mia bucket listC’è un po’ di Sheldon Cooper in ognuno di noi, ed ovviamente non mi riferisco all’aspetto accademico. L’unica competenza che ho in fisica è che un corpo che cade, e tocca il pavimento, deve essere raccolto entro 2 secondi, prima che arrivi il gatto e lo divori. E quando si parla di treni, il re è  quello che percorre la Transiberiana. Immagino la mia faccia, spalmata sul vetro del finestrino, per giorni interi, a fissare paesaggi e panorami ai confini del mondo, attraversando fusi orari e due continenti, rimanendo all’interno dello stesso stato.

La mia bucket listL’idea sarebbe quella di compiere la traversata lungo la Panamericana, per arrivare fino in fondo al continente, nella Terra del Fuoco, e da lì partire alla ricerca di Pingu, per poter imparare, direttamente, il linguaggio dei pinguini del Polo Sud.

La mia bucket listNel frattempo, la sete di esplorazioni non si placa e anche il mio passaporto smania di uscire dall’armadio come fosse un molliccio, solo che, invece delle paure, tira fuori valigia, occhiali da sole e cappellino. Non avendo la bacchetta di Harry Potter, l’unica cosa che posso fare, per tenerlo a freno, è fargli vedere che, a costo zero e col minimo sforzo, si possono indossare i panni da turista anche a casa propria, visitando e scoprendo luoghi mai esplorati.

I paesi che ho visitato

La mia bucket list

Ora che ho raccontato i miei desideri, racchiusi nella mia bucket list, è il vostro turno.

Condividete la vostra bucket list con chi, come me, ama viaggiare! Raccontateci i vostri viaggi, sogni e idee.

È sempre bello trovare compagni d’avventura!